Dinamicità, LEAN production, proattività, forte orientamento ai bisogni del cliente e investimenti costanti in innovazione e formazione: questi gli elementi riscontrati in occasione dell’audit di sorveglianza del Sistema di Gestione della Qualità ATP che ha avuto luogo la scorsa settimana.

Tra i punti chiave affrontati e verificati durante l’audit: leadership aziendale e obiettivi strategici, ricerca e progettazione, processo produttivo a 360°: dalla tornitura al taglio ad acqua, dalla  fresatura alla produzione di PTFE speciali e, non ultimi, dal processo di approvvigionamento al controllo qualità ed all’importanza delle persone.

Consapevole che in un mercato altamente competitivo la certificazione volontaria costituisce un forte valore aggiunto, attraverso il quale è possibile distinguersi in modo trasparente e tangibile dalla concorrenza, ATP ha scelto la strada della certificazione del sistema di gestione della qualità già nel 1995, anno in cui ha conseguito il certificato Cermet numero 114.

Durante l’audit, in linea con quello che è il modus operandi aziendale,  è stato coinvolto il personale di ogni reparto ed ufficio.  Il risultato? Nessuna non conformità rilevata e nessun dubbio sul mantenimento della conformità alla UNI EN ISO 9001:2015, né sulle capacità di miglioramento di ATP.

Avanti tutta verso nuove sfide!